Con la Legge di Bilancio per l’anno 2018 è stato stabilito l’obbligo della comunicazione telematica degli interventi di efficienza energetica nell’ambito della richiesta dei bonus di ristrutturazione edilizia. In sostanza come già accade da molti anni per gli interventi di riqualificazione energetica che usufruiscono dell ECOBONUS al 65% anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia che comportano tuttavia un risparmio energetico o conseguono un efficienza energetica devono essere sottoposti alla COMUNICAZIONE Telematica mediante il portale ENEA.

Dal 21 di Novembre 2018 è stato attivato il portale per la comunicazione di cui sopra e la comunicazione deve essere effettuata entro 90 giorni dalla chiusura dei lavori. Ovviamente per tutti i lavori terminati prima del 21 di Novembre 2018 il termine parte da tale data.

L’adempimento della comunicazione ENEA è a carico del privato o del condominio che effettuano i lavori di ristrutturazione finalizzati al risparmio energetico. Le altre tipologie di interventi che rientrano nella ristrutturazione non sono investite da questo obbligo (es. ristrutturazione balconi, cancelli, pitturazioni, etc…)

Di seguito l’elenco dei lavori per cui è obbligatoria la comunicazione ENEA:

  • Interventi di isolamento termico a ridosso delle pareti verticali, orizzontali o inclinate che delimitano ambienti esterni o non riscaldati.
  • Sostituzione degli infissi che delimitano ambienti esterni o non riscaldati.
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e/o integrazione al riscaldamento degli ambienti
  • Installazione di caldaie a condensazione ad acqua sia come nuova installazione che come sostituzione con altri generatori esistenti con o senza adeguamento dell’impianto.
  • Installazione di generatori di aria calda a gas a condensazione con o senza adeguamento dell’impianto.
  • Installazione di pompe di calore/condizionatori sia come nuova installazione che come sostituzione con altri generatori esistenti con o senza adeguamento dell’impianto.
  • Installazione di sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) con o senza adeguamento dell’impianto.
  • Installazione di microgeneratori (con Potenza inferiore a 50 kW elettrici)
  • Installazione di scaldacqua a pompa di calore
  • Installazione di generatori e/o impianti a biomassa sia come nuova installazione che come sostituzione con altri generatori esistenti con o senza adeguamento dell’impianto.
  • Installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati.
  • Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica da fonte solare.
  • Acquisto di elettrodomestici solo se correlati e contestualizzati ad un intervento di ristrutturazione edilizia.
  • Installazione di sistemi di termoregolazione e building automation.

Infine dall ‘elenco vi sono alcuni interventi che conseguono la stessa percentuale di detrazione (50%) ma che possono appartenere alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Tuttavia vi sono alcune differenze già spiegate e dettagliate nel nostro articolo pubblicato qualche tempo fa.

Per tutte le tipologie di interventi di ristrutturazione finalizzati al risparmio energetico elencati sopra, effettuiamo servizio di consulenza e comunicazione telematica.

CHIEDI PREVENTIVO

Contattaci per richiedere un preventivo per servizio di comunicazione telematica